STAFF

Production & Publishing

Phoenix Film Production Srls. Un sogno che diventa realtà.
Nel 2018, dalle ceneri della Phoenix Independent Production, un ragazzo di nome Emanuele Pellecchia, coraggioso ed appassionato di cinema, fonda la Phoenix Film Production Srls insieme al suo fidato amico e attore di teatro, Francesco Saverio Tisi. Alla coppia si aggiungono Luna Kwok, già art director della precedente organizzazione e Ilaria Luongo, addetta alla contabilità e e socia.
Dal cinema alla letteratura è un passo.
Grazie al talento di Gianluca Testaverde, disegnatore, l'interesse si amplia verso nuove forme di espressione: il fumetto e, in seguito, la narrativa e la saggistica. La Phoenix Publishing è ormai il ramo editoriale della PFP. Grazie all'incontro con Anita Curci, giornalista e ufficio stampa, la Phoenix spicca il volo. E, anche se la strada è sempre in salita, noi ci impegniamo sempre per offrire al pubblico prodotti di alta qualità. Perché crediamo che, per creare un mondo migliore, ci sia bisogno di  arte, cultura e passione.

Emanuele Pellecchia

Appassionato di fotografia e cinema inizia, sin da giovanissimo, ad avvicinarsi alla macchina da presa, lavorando dapprima come collaboratore per fotografi; si specializza poi come operatore di ripresa iniziando, nel tempo, collaborazioni lavorative con la televisione e realizzando progetti personali.
Esperienza formativa e significativa è stata per lui il corso di cinematografia diretto dal maestro Giuseppe Ferrara, con cui lavorerà come cameraman per gran parte delle riprese del docufiction Mater Mediterranea. Nel 2016 fonda la Phoenix Independent Production, poi Phoenix Film Production S.r.l.s., una società di produzioni video con ramo editoriale. Nel 2017 dirige il cortometraggio Liliana, basato su uno spaccato della vita di Totò. Nel 2020 il cortometraggio "L'amore oltre il tempo", scritto da Emanuele Pellecchia e Luna Cecilia Kwok, con la regia di Emanuele Pellecchia, vince il Globo d'Oro. Il cortometraggio vince anche il Noto Film Festival con ben due premi, uno al miglior cortometraggio e uno alla migliore sceneggiatura. Vince anche il Sicily Independent Film Awards come Best Comedy.Pellecchia è autore della serie a fumetti “Leggende Napoletane” e, attualmente, è impegnato in numerosi progetti.

Il libro preferito: Uno studio in rosso, Arthur Conan Doyle, 1887

Il film più amato: La leggenda del pianista sull'oceano, G. Tornatore, 1998

Genere musicale: Jazz, rock

Un motto:
The game is afoot

Luna Cecilia Kwok

Luna C. Kwok (Napoli, 8 luglio 1978), art director.

Dal padre, professore cinese di religione, storia e filosofia, acquisisce l’interesse verso le lingue straniere e il misticismo; dalla madre, pittrice e poetessa italiana, eredita la fascinazione per la pittura, la musica e la scrittura.

Ha studiato Lingue e Letterature Comparate presso l’Istituto Orientale di Napoli e Grafica Pubblicitaria e Copywriting presso l’Ilas. Ha lavorato presso scuole private come insegnante d'inglese e presso alcune aziende come addetta import-export. In seguito, ha maturato esperienze come grafica presso diverse agenzie pubblicitarie e come fotografa free lance.
È autrice del racconto Ritorno a casa, pubblicato nella raccolta Cinarriamo. Racconti sino-italiani (Libreria Editrice Orientalia).

Nel 2020 il cortometraggio "L'amore oltre il tempo", scritto da Emanuele Pellecchia e Luna Cecilia Kwok, con la regia di Emanuele Pellecchia, vince il Globo d'Oro. Il corto vince anche il premio alla migliore sceneggiatura per E. Pellecchia e la stessa L. C. Kwok.

Kwok è editor e art director presso la Phoenix Film Production Srls. Nel campo cinematografico si occupa di pre e post-produzione cinematografica (sceneggiatura, storyboard, color, traduzione, colonna sonora, elaborazioni grafiche) e, nel campo editoriale, di editing, grafica editoriale e pubblicitaria  (Phoenix Publishing).

Il libro preferito: L'inconveniente di essere nati, Emil Cioran, 1973

Il film più amato: Waking Life, R. Linklater, 2001

Genere musicale: musica classica, rock, metal, new wave

Un motto: Abbiamo due vite. La seconda inizia quando ci rendiamo conto di averne solo una.


Francesco Saverio Tisi

Nato a Napoli il 5 Dicembre 1977, si appassiona al teatro già nei primi anni dell'adolescenza, entrando in una Compagnia Teatrale Amatoriale all’età di 14 anni, età in cui ha cominciato a seguire anche corsi di dizione ed impostazione scenica. In oltre 20 anni di attività ha rappresentato molteplici spettacoli, tra classici del teatro napoletano e lavori inediti di autori contemporanei, ed è stato candidato come miglior attore protagonista in due edizioni del Premio Teatrale Nazionale “Portici in teatro”, conseguendo il premio in una delle due occasioni. Attualmente attivo come attore e sceneggiatore all’interno dello Staff della Phoenix Film Production, ove ricopre, tra l’altro, l’incarico di Vice Produttore.


Il libro preferito: Norwegian Wood,  Murakami Haruki, 1987

Il film più amato: Il buono, il brutto, il cattivo , S. Leone, 1966

Genere musicale: heavy metal, blues, soul, pop, electro pop anni '80

Un motto: Quando la tempesta sarà finita, probabilmente non saprai neanche tu come hai fatto ad attraversarla e a uscirne vivo. Anzi, non sarai neanche sicuro se sia finita per davvero. Ma su un punto non c'è dubbio. Ed è che tu, uscito da quel vento, non sarai lo stesso che vi è entrato. (Kafka sulla spiaggia, Murakami Haruki).

Ilaria Luongo

Nata a Napoli il 17 Novembre 1982, laureata in Economia all’ Università di Napoli “Federico II”. Si appassiona al teatro fin da bambina, seguendo il padre durante le prove della Compagnia teatrale di cui era membro, e successivamente entra come membro stabile di una Compagnia Teatrale Amatoriale per diversi anni, portando in scena vari spettacoli sia classici che inediti. Attualmente cura l’amministrazione e la contabilità della Phoenix Film Production.

Il libro preferito: Doppio sogno, Arthur Schnitzler, 1926

Il film più amato: Ritorno al futuro, R. Zemeckis, 1985

Genere musicale: Pop, rock anni '80 '90

Un motto:
Non riesco a ricordarmi di dimenticarti (Memento, film).

Anita Curci

Anita Curci, giornalista, addetto stampa, organizzatrice di eventi, editor, scrittrice (ha pubblicato i volumi: “Cronaca di un illecito”, “Le lettere di Lena Stern”, “Non mi vendo – Storia di una partigiana del Petraio” (Premio Alta Cultura “Europa 2000” – Presidenza del Consiglio dei Ministri).

Direttrice del giornale PROSCENIO per il Teatro Pubblico Campano e del web magazine TEATROCULT; curatrice dei blog: Corriere Cultura, L’eco della cultura, Comunicazioni News; Membro Fondatore del collettivo per i servizi editoriali e promozionali FOCUS LIBRI; curatrice del portale Focus Libri Magazine. Direttrice della linea editoriale libera SERIE ORO. Collabora con Il Denaro.

Nella Phoenix Film Production riveste il ruolo di ufficio stampa e consigliera.


Il libro preferito: Le passeggiate del pensatore solitario, J. J. Rousseau, 1778


Genere musicale: musica classica


Il film più amato: La donna che canta, D. Villeneuve, 2010


Un motto: Per quanto lunga sia la notte giunge sempre l'alba